Jordan Thompson

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Jordan Thompson (disambigua).
Jordan Thompson
Thompson WM19 (23) (48521879862).jpg
Jordan Thompson nel 2019
Nazionalità Australia Australia
Altezza 183 cm
Peso 82 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 85-112 (43.15%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 43º (15 luglio 2019)
Ranking attuale 85º (26 settembre 2022)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2017, 2019, 2020)
Francia Roland Garros 3T (2019)
Regno Unito Wimbledon 3T (2021)
Stati Uniti US Open 4T (2020)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2016)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 40-49 (44.94%)
Titoli vinti 1
Miglior ranking 77º (30 ottobre 2017)
Ranking attuale 280º (26 settembre 2022)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2014)
Francia Roland Garros 3T (2017)
Regno Unito Wimbledon 2T (2016, 2017)
Stati Uniti US Open 3T (2017)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 26 settembre 2022
Modifica dati su Wikidata · Manuale

Jordan Thompson (Sydney, 20 aprile 1994) è un tennista australiano. Ha come migliori ranking ATP la 43ª posizione in singolare raggiunta nel luglio 2019 e la 77ª in doppio dell'ottobre 2017.[1] Vanta nel circuito maggiore un titolo in doppio e ha raggiunto una finale in singolare.

Carriera

Juniores

Fa il suo esordio nell'ITF Junior Circuit nel 2008 e vi gioca per 4 anni vincendo tre titoli in singolare e cinque in doppio, tutti in tornei minori. Il suo risultato più significativo nei tornei di Grade A lo ottiene nel settembre 2012 alla sua ultima apparizione tra gli juniores, quando arriva in finale con Nick Kyrgios al torneo di doppio degli US Open e vengono sconfitti da Kyle Edmund / Frederico Ferreira Silva. Grazie a questo risultato, in ottobre raggiunge il suo best ranking da juniores al 18º posto della classifica mondiale.[2]

2013-2015, primi titoli ITF e Challenger

Debutta tra i professionisti con una sconfitta nel gennaio 2013 e vince il primo incontro la settimana successiva nelle qualificazioni dell'Australian Open, superando nel tiebreak decisivo il nº 273 ATP Nicolas Renavand. In luglio conquista il primo titolo nel Futures Austria F5 sconfiggendo in finale in tre set il tennista locale Patrick Ofner. Si ripete in settembre conquistando il titolo all'Australia F8. Grazie a una wild card, nel gennaio 2014 fa il suo debutto nel main draw di un torneo dello Slam all'Australian Open e viene sconfitto al primo turno dal nº 20 del mondo Jerzy Janowicz dopo essere stato in vantaggio di 2 set a 0. In agosto raggiunge la sua prima finale in un torneo del circuito Challenger a Bangkok e soccombe in due set a Chung Hyeon. Nel marzo 2015 vince il primo titolo Challenger nel torneo di doppio a Kyoto. In autunno perde le finali di singolare nei Challenger di Città di Ho Chi Minh e Traralgon.

2016, primi titoli Challenger in singolare, primi incontri vinti nei tornei ATP e top 100 del ranking

Nel gennaio 2016 esordisce in un tabellone principale ATP a Sydney e supera il 1º turno per il ritiro dell'avversario prima di perdere al secondo turno. Dopo che aveva perso altre due finali nell'autunno del 2015, il 28 febbraio 2016 vince il primo titolo Challenger in singolare a Cherbourg superando in finale in tre set Adam Pavlásek. Il 1º maggio sconfigge nella finale dell'Anning Challenger Mathias Bourgue e il giorno dopo fa il suo ingresso nella top 100 del ranking, in 90ª posizione. Entra nel tabellone del Roland Garros con una wild card e vince il suo primo incontro in uno Slam battendo Laslo Đere; al secondo turno viene sconfitto per 12-10 al quinto set dalla testa di serie nº 27 Ivo Karlović dopo 4 ore e mezza di gioco.[3] Nelle qualificazioni del torneo ATP di Nottingham batte per la prima volta un top 100, il nº 80 Marsel İlhan, ma non riesce ad accedere al tabellone principale. In luglio vince il suo primo incontro in un main draw ATP a Washington piegando in due set il nº 74 ATP Víctor Estrella Burgos. Viene chiamato a difendere i colori dell'Australia ai Giochi di Rio de Janeiro in agosto, viene schierato in singolare ed esce al primo turno. Verso fine anno vince i tornei di singolare nei Challenger di Città di Ho Chi Minh e Traralgon, nei quali l'anno prima si era fermato alle finali.

2017-2018, primo titolo ATP in doppio, esordio in Coppa Davis, vittoria su Andy Murray

Il rovescio a due mani di Thompson al Roland Garros 2019.

Conquista il suo primo titolo nell'ATP Tour l'8 gennaio 2017 vincendo in coppia con Thanasi Kokkinakis il torneo di doppio a Brisbane, sconfiggendo in finale Gilles Müller / Sam Querrey per 7-6(7), 6-4. Sempre a Brisbane sconfigge a sorpresa in singolare il nº 21 del mondo David Ferrer e ai suoi primi quarti di finale ATP raccoglie solo 2 giochi contro Kei Nishikori. Subito dopo vince per la prima volta nel tabellone principale dell'Australian Open eliminando João Sousa. In febbraio esordisce nella squadra australiana per la sfida di Coppa Davis contro la Repubblica Ceca e vince entrambi gli incontri in singolare in cui viene impiegato. In giugno ottiene la sua vittoria più significativa battendo in due set il nº 1 del mondo Andy Murray sull'erba del Queen's di Londra prima di uscire al secondo turno. Agli US Open supera per la prima volta il primo turno battendo in 5 parziali la testa di serie nº 16 Jack Sock e sempre al quinto set viene eliminato al secondo da Thomas Fabbiano. Nel 2018 vince un solo incontro nel circuito maggiore ma si distingue nel circuito Challenger nel quale raggiunge otto finali in singolare e una in doppio, aggiudicandosi quelle in singolare di Chennai, Traralgon e Canberra.

2019-2020, prima finale ATP e nº 43 del ranking in singolare

All'inizio del 2019 raggiunge i quarti nei tornei di Sydney e New York, mentre in marzo si spinge per la prima volta fino al quarto turno in un Masters 1000 al Miami Open superando il nº 12 ATP Karen Khachanov e il 29 Grigor Dimitrov. Al Roland Garros ottiene il suo miglior risultato arrivando al terzo turno, dove viene sconfitto in tre set da Juan Martín del Potro. La sua prima finale ATP in singolare arriva il 16 giugno sull'erba di 's-Hertogenbosch e cede in due set ad Adrian Mannarino. Due settimane dopo perde al tiebreak del set decisivo contro Miomir Kecmanović la semifinale ad Antalya. Grazie a questi risultati, il 15 luglio 2019 raggiunge il 43º posto mondiale, suo nuovo best ranking. Nel febbraio 2020 torna nei quarti a New York dopo aver battuto nel secondo turno l'idolo locale e nº 18 ATP John Isner. In settembre ottiene il miglior risultato in una prova del Grande Slam raggiungendo il quarto turno agli US Open; dopo aver sconfitto Stefano Travaglia, Jahor Herasimaŭ e Mikhail Kukushkin viene eliminato da Borna Ćorić. A fine stagione si prende la rivincita eliminando il nº 24 del mondo Ćorić al secondo turno del Masters 1000 di Parigi-Bercy e al terzo viene battuto da Rafael Nadal.

2021, una finale ATP in doppio

Inizia il 2021 raggiungendo i quarti al Great Ocean Road Open di Melbourne e rimarrà l'unico risultato significativo di inizio stagione, non supera mai il secondo turno nei tornei successivi e a metà giugno, dopo l'eliminazione al primo turno al Roland Garros, scende all'81ª posizione del ranking. Torna a mettersi in luce a inizio estate nei tornei sull'erba raggiungendo i quarti di finale a Maiorca e soprattutto il terzo turno a Wimbledon, dove elimina il nº 14 ATP Casper Ruud e Kei Nishikori. Al successivo ATP 250 di Newport si spinge fino in semifinale sia in singolare che nel torneo di doppio, nel quale dà forfait prima dell'incontro che assegna la finale. Viene eliminato nei quarti di finale da Brandon Nakashima sia Los Cabos che ad Atlanta, e in agosto risale al 62º posto del ranking. Ad Atlanta raggiunge la finale in doppio e in coppia con Steve Johnson viene sconfitto al terzo set da Reilly Opelka / Jannik Sinner. L'ultimo risultato di rilievo in stagione è il secondo turno raggiunto agli US Open, dove perde al quinto set contro Aslan Karacev dopo aver vinto i primi due parziali.

2022, due titoli Challenger

Non va oltre il secondo turno nei primi due tornei stagionali e agli Australian Open esce al primo turno per mano di Steve Johnson, che si impone al quinto set. Torna a mettersi in evidenza all'ATP 250 di Dallas con i successi su Feliciano Lopez e Brandon Nakashima, e viene eliminato nei quarti da Jenson Brooksby. Non supera il secondo turno nei tornei successivi fino a giugno, quando, eliminato al primo turno al Roland Garros, inizia subito la stagione sull'erba al Challenger 125 di Surbiton e vince il torneo superando in finale Denis Kudla; torna così ad aggiudicarsi un titolo dopo oltre tre anni e mezzo. Sconfitto in finale al successivo Challenger 125 di Nottingham da Daniel Evans, esce di scena al secondo turno a Wimbledon per mano di Stefanos Tsitsipas. Non consegue risultati di rilievo nei tornei successivi, a inizio agosto scende alla 114ª posizione ATP e viene eliminato al secondo turno anche agli US Open. A settembre vince un altro torneo Challenger a Columbus battendo in finale Emilio Gómez.

Statistiche

Singolare

Finali perse (1)

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 16 giugno 2019 Paesi Bassi Libéma Open, 's-Hertogenbosch Erba Francia Adrian Mannarino 6(7)-7, 3-6

Doppio

Vittorie (1)

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (1)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 8 gennaio 2017 Australia Brisbane International, Brisbane Cemento Australia Thanasi Kokkinakis Lussemburgo Gilles Müller
Stati Uniti Sam Querrey
7-6(7), 6-4

Finali perse (1)

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (1)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 1º agosto 2021 Stati Uniti Atlanta Open, Atlanta Cemento Stati Uniti Steve Johnson Stati Uniti Reilly Opelka
Italia Jannik Sinner
4-6, 7-6(6), [3-10]

Tornei minori

Singolare

Vittorie (14)
Legenda
Challenger (9)
Futures (5)
N. Data Torneo Superficie Avversari in finale Punteggio
1. 28 luglio 2013 Austria Bad Waltersdorf Terra battuta Austria Patrick Ofner 1-6, 6-4, 6-0
2. 29 settembre 2013 Australia Alice Springs Cemento Giappone Yuichi Ito 6-4, 6-1
3. 29 marzo 2015 Australia Melbourne Terra battuta Australia Jose Rubin Statham 6-1, 7-5
4. 9 agosto 2015 Thailandia Bangkok Cemento Taipei Cinese Chen Ti 6-2, 6-2
5. 16 agosto 2015 Thailandia Bangkok Cemento Taipei Cinese Chen Ti 6-0, 3-6, 6-2
6. 28 febbraio 2016 Francia Challenger DCNS de Cherbourg, Cherbourg Cemento Rep. Ceca Adam Pavlásek 4-6, 6-4, 6-1
7. 1 maggio 2016 Cina Anning Challenger, Anning Terra battuta Francia Mathias Bourgue 6-3, 6-2
8. 16 ottobre 2016 Vietnam Vietnam Open, Città di Ho Chi Minh Cemento Giappone Gō Soeda 5-7, 7-5, 6-1
9. 30 ottobre 2016 Australia Traralgon Challenger, Traralgon Cemento Slovenia Grega Žemlja 6-1, 6-2
10. 17 febbraio 2018 India Chennai Open Challenger, Chennai Cemento India Yuki Bhambri 7-5, 3-6, 7-5
11. 28 ottobre 2018 Australia Traralgon Challenger, Traralgon Cemento Giappone Yoshihito Nishioka 6-3, 6-4
12. 4 novembre 2018 Australia Canberra Tennis International, Canberra Cemento Spagna Nicola Kuhn 6-1, 5-7, 6-4
13. 5 giugno 2022 Regno Unito Surbiton Trophy, Surbiton Erba Stati Uniti Denis Kudla 7-5, 6-3
14. 25 settembre 2022 Stati Uniti Columbus Challenger II, Columbus Cemento Ecuador Emilio Gómez 7-6(6), 6-2
Finali perse (16)
Legenda
Challenger (13)
Futures (3)
N. Data Torneo Superficie Avversari in finale Punteggio
1. 12 ottobre 2013 Australia Sydney Cemento Australia Greg Jones 6-3, 5-7, 1-6
2. 2 marzo 2014 Australia Port Pirie Cemento (i) Australia Luke Saville 2-6, 1-3, rit.
3. 25 maggio 2014 Croazia Bol Terra battuta Australia Maverick Banes 6(5)-7, 6-4, 3-6
4. 31 agosto 2014 Thailandia Chang-sat Bangkok Open, Bangkok Cemento Corea del Sud Hyeon Chung 6(4)-7, 4-6
5. 18 ottobre 2015 Vietnam Vietnam Open, Città di Ho Chi Minh Cemento India Saketh Myneni 5-7, 3-6
6. 1 novembre 2015 Australia Traralgon Challenger, Traralgon Cemento Australia Matthew Ebden 5-7, 3-6
7. 11 giugno 2017 Regno Unito Surbiton Trophy, Surbiton Erba Giappone Yūichi Sugita 6(7)-7, 6(8)-7
8. 30 luglio 2017 Stati Uniti Binghamton Challenger, Binghamton Cemento Regno Unito Cameron Norrie 4-6, 6-0, 4-6
9. 20 agosto 2017 Canada Vancouver Open, Vancouver Cemento Germania Cedrik-Marcel Stebe 0-6, 1-6
10. 25 febbraio 2018 Giappone Shimadzu All Japan Indoor Tennis Championships, Kyoto Sintetico (i) Australia John Millman 5-7, 1-6
11. 6 maggio 2018 Corea del Sud Seoul Open Challenger, Seul Cemento Stati Uniti Mackenzie McDonald 6-1, 4-6, 1-6
12. 29 luglio 2018 Stati Uniti Binghamton Challenger, Binghamton Cemento Regno Unito Jay Clarke 7-6(6), 6(5)-7, 4-6
13. 23 settembre 2018 Stati Uniti Columbus Challenger, Columbus Cemento (i) Stati Uniti Michael Mmoh 3-6, 6(4)-7
14. 21 ottobre 2018 Canada Calgary Challenger, Calgary Cemento (i) Croazia Ivo Karlović 6(3)-7, 3-6
15. 28 aprile 2019 Cina ATP Challenger China International Nanchang, Nanchang Terra battuta (i) Slovacchia Andrej Martin 4-6, 6-1, 3-6
16. 12 giugno 2022 Regno Unito Nottingham Open, Nottingham Erba Regno Unito Daniel Evans 4-6, 4-6

Doppio

Vittorie (10)
Legenda
Challenger (6)
Futures (4)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 6 aprile 2014 Australia Australia F4, Melbourne Terra battuta Australia Bradley Mousley Australia Adam Hubble
Australia Matt Reid
w/o
2. 11 maggio 2014 Croazia Croatia F8 Terra battuta Australia Matthew Barton Slovenia Tomislav Ternar
Slovenia Mike Urbanija
6-2, 6-3
3. 18 maggio 2014 Croazia Croatia F9 Terra battuta Australia Matthew Barton Croazia Tomislav Draganja
Croazia Dino Marcan
6-2, 6-1
4. 25 maggio 2014 Croazia Croatia F10 Cemento Australia Matthew Barton Australia Maverick Banes
Australia Gavin Van Peperzeel
2-6, 6-3, [10-3]
5. 1 marzo 2015 Giappone Shimadzu All Japan Indoor Tennis Championships, Kyoto Sintetico Australia Benjamin Mitchell Giappone Gō Soeda
Giappone Yasutaka Uchiyama
6-3, 6-2
6. 5 febbraio 2016 Australia Launceston Tennis International, Launceston Cemento Australia Luke Saville Australia Dayne Kelly
Australia Matt Reid
6-1, 4-6, [13-11]
7. 27 marzo 2016 Cina Gemdale ATP Challenger, Shenzhen Cemento Australia Luke Saville India Jeevan Nedunchezhiyan
India Saketh Myneni
3-6, 6-4, [12-10]
8. 31 luglio 2016 Stati Uniti Lexington Challenger, Lexington Cemento Australia Luke Saville Sudafrica Nicolaas Scholtz
Sudafrica Tucker Vorster
6-2, 7-5
9. 6 novembre 2016 Australia Canberra Tennis International, Canberra Cemento Australia Luke Saville Australia Matt Reid
Australia John-Patrick Smith
6-2, 6-3
10. 25 febbraio 2018 Giappone Shimadzu All Japan Indoor Tennis Championships, Kyoto Sintetico (i) Australia Luke Saville Giappone Gō Soeda
Giappone Yasutaka Uchiyama
6-3, 5-7, [10-6]
Finali perse (4)
Legenda
Challenger (1)
Futures (3)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 2 marzo 2014 Australia Australia F2, Port Pirie Cemento Australia Bradley Mousley Australia Maverick Banes
Australia Gavin Van Peperzeel
3-6, 3-6
2. 9 agosto 2015 Thailandia Thailand F6, Bangkok Cemento Australia Benjamin Mitchell Giappone Toshihide Matsui
Indonesia Christopher Rungkat
6-4, 3-6, [9-11]
3. 4 ottobre 2015 Australia Australia F6, Alice Springs Cemento Australia Alex Bolt Cina Li Zhe
Cina Gao Xin
6-3, 3-6, [1-10]
4. 13 agosto 2017 Stati Uniti Nordic Naturals Challenger, Aptos Cemento Australia Alex Bolt Israele Jonathan Erlich
Regno Unito Neal Skupski
3-6, 6-2, [8-10]

Risultati in progressione

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare

Torneo 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2022 V-S
Tornei Grande Slam
Australia Australian Open, Melbourne Q2 1T 1T 1T 2T 1T 2T 2T 1T 1T 3-9
Francia Roland Garros, Parigi A A Q1 2T 1T 1T 3T 1T 1T 1T 3-7
Regno Unito Wimbledon, Londra A A A 1T 1T 1T 1T ND 3T 2T 3-5
Stati Uniti US Open, New York A A A 1T 2T 1T 2T 4T 2T 2T 7-7
Vittorie-Sconfitte 0-0 0-1 0-1 1-4 2-4 0-4 4-4 4-3 3-4 2-4 16-29
Giochi Olimpici
Giochi Olimpici Non disputati 1T Non disputati A ND 0-1
Vittorie-Sconfitte Non disputati 0-1 Non disputati 0-0 ND 0-1

Doppio

Torneo 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2022 V-S
Tornei Grande Slam
Australia Australian Open, Melbourne A 2T A A 1T 1T 1T 1T A 1T 1-6
Francia Roland Garros, Parigi A A A A 3T A 1T 2T 1T 2T 4-5
Regno Unito Wimbledon, Londra A A A 2T 2T A 2T ND 1T 2T 4-5
Stati Uniti US Open, New York A A A A 3T A 1T A 1T A 2-3
Vittorie-Sconfitte 0-0 1-1 0-0 1-1 5-4 0-1 1-4 1-2 0-3 2-3 11-19
Giochi Olimpici
Giochi Olimpici Non disputati A Non disputati A ND 0-0
Vittorie-Sconfitte Non disputati 0-0 Non disputati 0-0 ND 0-0

Doppio misto

Nessuna partecipazione

Note

  1. ^ (EN) Jordan Thompson - Tennis Players, su atpworldtour.com, ATP World Tour. URL consultato il 6 aprile 2015.
  2. ^ (EN) Jordan Thompson Juniors Doubles Overview, su itftennis.com. URL consultato il 22 agosto 2021.
  3. ^ (EN) THOMPSON'S FRENCH OPEN DREAM ENDS in HEARTBREAK, su tennis.com.au, 26 maggio 2016.

Altri progetti

Altri progetti

  • Wikimedia Commons
  • Collabora a Wikimedia Commons Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Jordan Thompson

Collegamenti esterni

  • (EN) Jordan Thompson, su atpworldtour.com, ATP Tour Inc. Modifica su Wikidata
  • (EN) Jordan Thompson, su itftennis.com, ITF. Modifica su Wikidata
  • (EN) Jordan Thompson, su daviscup.com, ITF. Modifica su Wikidata
  • (EN) Jordan Thompson, su tennis.com.au, Tennis Australia. Modifica su Wikidata
  • (EN) Jordan Thompson, su Olympedia. Modifica su Wikidata
  • (EN) Jordan Thompson, su sports-reference.com, Sports Reference LLC (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2017). Modifica su Wikidata
  • (EN) Jordan Thompson, su olympics.com.au, Australian Olympic Committee. Modifica su Wikidata
  Portale Biografie
  Portale Tennis